Dedicato a me di TENA
Home Sesso Fare sesso mantiene allenata la memoria.

Ebbene sì: il sesso dopo i 50 anni fa bene al cervello! La scoperta viene da uno studio condotto in Inghilterra, presso la Coventry University, su 6.800 adulti tra i 50 e gli 89 anni, per 12 mesi. Le persone sono state sottoposte a test per verificare il loro livello di memoria e l’efficienza delle loro funzioni mentali. I test in questione riguardavano delle particolari capacità di risolvere problemi e di sapersi concentrare. Il risultato è stato abbastanza evidente, seppur non scientifico: donne e uomini sessualmente attivi dopo i 50 anni possiederebbero ancora una memoria di ferro. In particolare, gli uomini sarebbero capaci di sviluppare una pianificazione puntuale e precisa delle loro attività. Dal punto di vista professionale sarebbero agevolati e abili nel prendere decisioni. Probabilmente la differenza tra i due sessi dipende da fattori ormonali che tendono a influenzare di più il cervello femminile. Questo studio vuole trovare un’associazione tra l’attività sessuale dei soggetti analizzati e delle loro funzioni cognitive, prendendo comunque in considerazione i vari fattori esterni che possono influire sul risultato: ad esempio, lo stato di salute, il benessere economico, il livello culturale.

Perché fa bene fare sesso

Fare sesso fa bene, questo è un dato di fatto. E fa bene a tutte le età, anche dopo i 50 anni. Anche perché tiene allenata e attiva la memoria. La produzione di ossitocina pare avere effetti positivi sull’umore: pian piano, infatti, elimina lo stress rilassandoci. Il sesso può essere un modo per allontanare i problemi della vita quotidiana o lavorativa, e per ritrovare l’affinità perduta con il proprio partner. La sensazione di benessere dell’attività sessuale riesce a prolungarsi anche nelle ore successive, donando una sensazione di relax e buonumore.
Inoltre, la serotonina prodotta durante il sesso svolge una funzione antidepressiva. Facciamo del buon sesso allora, e allunghiamo la vita sorridendo. Raggiungere l’orgasmo, infatti, aiuta le cellule a combattere circa il 20% delle infezioni. Orgasmi raggiunti con regolarità, nelle donne, aumentano fino a 8 anni l’aspettativa di vita!
Una ricerca portata avanti dall’Università di Coventry, centro di ricerca di Psicologia, Comportamento e Realizzazione, ha evidenziato che gli uomini più anziani sessualmente attivi hanno un aumento dei livelli delle funzioni cognitive generali. Questa associazione va osservata anche considerando le variabili come la qualità della vita, la solitudine, la depressione e la l’attività fisica. Nelle donne, invece, registravano un particolare miglioramento della memoria.

Oltre l’attività sessuale, anche le coccole fanno bene. Secondo recenti ricerche, carezze e tenerezze tra innamorati contribuiscono al rilascio di una sostanza che aumenterebbe sensibilmente la vita rendendo l’organismo meno debole, e quindi capace di reagire e difendersi dalle malattie.
Spesso si tende a credere che l’attività sessuale possa nuocere al cuore, ma in realtà raramente rappresenta un pericolo per l’insorgenza dell’infarto. Al contrario, fare l’amore ha degli enormi benefici sul cuore e su tutto il sistema cardiocircolatorio. Fare sesso almeno 2 volte a settimana aiuterebbe a ridurre il rischio di un attacco di cuore, rispetto a chi non ha una vita sessuale molto attiva e frequente.
Il sesso è un antidolorifico naturale e senza controindicazioni. Gli ormoni prodotti ci rilassano e distendono persino la nostra pelle, che diventa così più bella e morbida.

Fonte: http://ageing.oxfordjournals.org

Articoli simili

z