Dedicato a me di TENA
Home Salute Attività fisica Il massaggio tantrico di tradizione kashmira

Cos’è e a cosa serve

Nel nostro immaginario può capitare spesso di considerare il massaggio tantrico come una pratica di natura erotica, ma non è proprio così. In realtà ha un’accezione molto più ampia poiché favorisce un benessere psicofisico, scioglie tensioni e stress, favorisce l’energia nei rapporti psico- affettivi-sessuali.
Il massaggio Kashmiro, in particolare, è un massaggio tantra che si pone come obiettivo quello di ritrovare l’equilibrio interno, ascoltando di più noi stessi. Molto coinvolgente, lento, affettivo, quasi materno e meditativo, è consigliato a tutti.
Dagli esperti è vissuto come un vero momento rituale: per noi può essere un modo per rilassarci e ritrovare l’energia positiva che talvolta si perde con lo stress quotidiano.
Può essere vista come una pratica di ascolto tattile del corpo dell’altro, del respiro dell’altro. In questo modo possiamo ristabilire l’unione con il nostro partner. Le mani si muovono lentamente, con continuità e massaggiando senza intenzionalità, senza tecnica precisa, accordandosi con le richieste profonde del corpo che viene accarezzato.
Chi riceve il massaggio si aprirebbe, per così dire, alle vibrazioni positive che l’altro corpo emana, alle onde emotive che lo attraversano e lo distendono. L’idea sarebbe quella di integrare e fondere le due parti, il maschile con il femminile. Il messaggio aumenterebbe in modo graduale la percezione della propria fisicità.

Tantra di coppia: come farlo

È importante prendere questa pratica con spontaneità, concentrandosi sul partner che si sta massaggiando. Dura circa 50 minuti e viene eseguita su viso e corpo, prima con movimenti lenti e delicati, poi applicando maggior energia.
Potremmo iniziare a seguire queste semplici regole per realizzare il tantra di coppia:

  • alternare leggeri sfioramenti a pressioni più decise, energia e dolcezza, partendo dalla pianta dei piedi fino ad arrivare al collo;
  • sgomberare la mente e concentrarsi sul partner, ascoltando attentamente la pelle, il respiro e le emozioni;
  • curare anche l’atmosfera del luogo in cui facciamo il massaggio. Possiamo abbassare le luci o utilizzando solo candele e accendendo dell’incenso;
  • applicare dell’olio durante il massaggio per ammorbidire e nutrire la pelle, oltre a facilitare la pratica: si consiglia olio di cocco con l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale.

Il massaggio tantra potrebbe essere un buon modo per sperimentare l’intimità e la dolcezza col nostro partner a livello di sensazioni, mentre rilassiamo il nostro fisico.

Fonte : www.fondazioneveronesi.it

Articoli simili

z