Dedicato a me di TENA
Home Sesso Maca: quali controindicazioni?

Il mito della Maca peruviana

Non è ancora molto conosciuta in Italia, ma si dice che questa pianta erbacea faccia miracoli. È originaria del Perù e sembra che le sue radici abbiamo proprietà ben precise, sebbene non ancora confermate dalla comunità scientifica. La pianta di Maca avrebbe infatti proprietà benefiche per il vigore sessuale. Un vero e proprio afrodisiaco che sarebbe in grado di risolvere disfunzioni sessuali maschili e femminili. Addirittura secondo alcuni avrebbe degli effetti ritardanti sulla menopausa, o potrebbe essere in grado di diminuire i sintomi di quest’ultima quali la stanchezza, l’irritabilità, gli sbalzi d’umore. In alcuni casi, i principi attivi estratti da questa pianta potrebbero essere consigliati per combattere lo stress, la stanchezza, e come supporto per chi fa attività fisica e necessita di energie.
Di fatto la Maca contiene una buona concentrazione di vitamine e potrebbe essere considerata un integratore antiossidante con un buon potenziale anti invecchiamento.
La pianta della Maca, oltre alle vitamine, potrebbe fornire principi attivi nutritivi come sali minerali, quali ferro, calcio, zinco.

Controindicazioni della Maca

Non c’è ancora certezza scientifica che la Maca apporti benefici sicuri al nostro organismo.
Si sa però che dall’assunzione della pianta possano derivare effetti indesiderati. Si sono riscontrate infatti intolleranze individuali quali nausea, insonnia, tachicardia, insorgere di acne. La radice è uno stimolante e come tale può aumentare il battito cardiaco. E non solo. La Maca, talvolta, può alterare i livelli ormonali e portare degli scompensi.
L’uso della Maca è poi sconsigliato fortemente durante la gravidanza o in allattamento.
Un consiglio: prima di assumere integratori a base di Maca è bene consultarsi con il proprio medico o dialogare con il farmacista.

Articoli simili

z