Dedicato a me di TENA
Home Menopausa PEA: analgesico e antinfiammatorio naturale per combattere il dolore pelvico.

Scopriamo il PEA

PEA, ovvero la sostanza che si chiama palmitoiletanolamide, è un principio analgesico e antinfiammatorio naturale scoperto nel 1957. Nel 1993 fu Rita Levi Montalcini a rivelarne il funzionamento vincendo il Premio Nobel. Dal 1957 in poi sono stati pubblicati più di 500 articoli scientifici per spiegarne il funzionamento e i benefici: la sostanza è tuttora in fase di sperimentazione, vengono condotti molti studi clinici su persone con diverse patologie, che soffrono di differenti dolori cronici e infiammazioni.
PEA viene estratto in modo naturale dalle cellule degli esseri viventi ed avrebbe la capacità di attenuare la sensazione di dolore. Questo perché sarebbe in grado di ripristinare l’equilibrio delle cellule dell’organismo, riducendo dolori cronici e infiammazioni di vario genere.

Come agisce: uso terapeutico del PEA

Con il susseguirsi delle ricerche si è visto che effettivamente si riscontrano degli effetti benefici di questo principio attivo, anche se non è ancora del tutto sdoganato dalla medicina ufficiale.

Gli studi internazionali portati avanti su PEA ne confermano l’efficacia sul dolore neuropatico, ad esempio in presenza di patologie come la fibromialgia e la sindrome dolorosa mio-fasciale. La sostanza sarebbe preziosa per il suo contributo nel trattamento di sindromi dolorose complesse. Unito ad altri specifici farmaci risulterebbe maggiormente efficace. È in corso una vera e propria sperimentazione umana sulle proprietà benefiche di PEA presso la ASL di Nuoro, in Sardegna, dove è in corso la ricerca per il trattamento della Sclerosi Laterale Amiotrofica. Si è visto che la PEA somministrato per via orale ai pazienti si ottiene una riduzione del declino respiratorio. La sostanza PEA è stata esaminata in decine di studi, per un totale di 5000 pazienti: si registra un significativo contributo per il trattamento di dolori reumatici, dolori da compressione nervosa, sindromi da dolore neuropatico e , non ultime le sindromi da dolore pelvico.

Un rimedio contro il dolore pelvico?

Il dolore pelvico può essere provocato da diversi fattori e possono esserci diversi sintomi, sulla base di diverse cause come quelle genetiche, infettive, traumatiche o ambientali. Sta di fatto che c’è un punto in comune nelle varie patologie, ovvero l’infiammazione neurogenica. In generale, per risolvere il disturbo del dolore che affligge molte donne, bisognerebbe ridurre la proliferazione dei mastociti, ovvero delle cellule che generano infiammazione facendola diventare cronica. La sostanza PEA potrebbe essere una soluzione tangibile per regolare e ridurre l’infiammazione e il dolore pelvico poiché riesce a stabilizzare il mastocita, per l’appunto. La molecola sarebbe disponibile per via orale, così come anche in creme e gel per uso topico.
Gli studi e gli accertamenti dei benefici dei PEA sono ancora in atto. Restiamo in attesa dei giudizi definitivi di medici ed esperti e confrontiamoci costantemente con gli specialisti di riferimento per capire se possiamo affidarci a questa sostanza come strumento contro il dolore pelvico.

NOTA: la palmitoiletanolamide (PEA) può trovarsi in forma micronizzata ovvero quando la dimensione delle particelle sono tra i 6 e i 10 micron; oppure ultramicronizzata, le dimensioni delle particelle sono tra i 0,2 e i 5 micron.

Fonti:

  • http://www.neuropathie.nu/2013/01/palmitoilethanolamide-un-agente-analgesico-ed-un-antinfiammatorio-naturale/
  • www.aslnuoro.it/documenti/3_16_2012205111621/pdf

Articoli simili

z