Dedicato a me di TENA
Home Pavimento pelvico Pavimento pelvico e salute Principali cause dell’indebolimento del pavimento pelvico

Principali cause dell'indebolimento del pavimento pelvico

Sicuramente ti sarà capitato di sentir parlare dei muscoli del pavimento pelvico e dell’importanza di mantenerli in salute per prevenire problemi come l’incontinenza urinaria o il prolasso. Ma sai quali sono i fattori che possono contribuire a indebolirlo? Conoscerli ti sarà utile per ridurre al minimo i loro effetti e, mettendo in atto programmi specifici, evitare che possano provocare l’indebolimento dei tessuti pelvici. Prendi nota dei fattori di rischio più frequenti:

Il parto naturale è la principale causa di indebolimento e lesioni del pavimento pelvico

  • Il parto naturale: senza ombra di dubbio è la principale causa dei danni ai muscoli e ai tessuti connettivi del pavimento pelvico. A seconda di come si è evoluta la gravidanza, di quanto a lungo si è protratto il periodo di dilatazione, e del grado di violenza dell’espulsione finale del bambino si potranno verificare futuri fastidi e anomalie nel funzionamento della vescica, del retto e, naturalmente, della sessualità.
  • Per esempio, se hai vissuto un parto traumatico (in cui è stata utilizzata la strumentazione ostetrica, l’episiotomia o si sono verificate lacerazioni) o sei stata protagonista di un parto gemellare o multiplo, hai più probabilità di avere un pavimento pelvico compromesso. È molto importante che lo specialista valuti il tuo pavimento pelvico subito dopo il parto.
  • Stipsi cronica: lo sforzo di defecare può danneggiare il pavimento pelvico.
  • Sport intensi: alcune pratiche sportive, come la corsa, provocano l’aumento ciclico della pressione intraddominale.
  • L’obesità: il sovrappeso ha una forte relazione con la debolezza dei tessuti di sostegno della vescica.
  • Donne con patologie respiratorie croniche e grandi fumatrici: anche gli attacchi ripetuti di tosse forte finiscono con lo sviluppare debolezza e difetti anatomici.
  • Donne che sono state sottoposte a interventi chirurgici ginecologici o a trattamenti aggressivi come la radioterapia, necessaria a curare i tumori pelvici, ad esempio, possono soffrire a posteriori di alterazioni della struttura del pavimento pelvico.

Prevenire l’indebolimento del pavimento pelvico

Alcuni di questi fattori di rischio possono essere ridotti per evitare che finiscano per avere delle conseguenze negative su di noi. Cosa fare per evitare questo problema?

  • Mantenere abitudini di vita sane.
  • Effettuare esercizi mirati a rafforzare il pavimento pelvico, specialmente durante la gravidanza e nel postparto.
  • Chiedere una valutazione del pavimento pelvico per verificare in che stato è la muscolatura.

Articoli simili

z