Dedicato a me di TENA
Home Psicologia Tanti buoni motivi per dormire col proprio animale

La ricerca

Lo affermano ormai in molti: dormire con agli animali domestici fa bene! Lo conferma una ricerca portata avanti dalla clinica di medicina del sonno della prestigiosa Mayo Clinic, in Arizona. Bando alle paure sullo sporco e sulle malattie, allontaniamo i pregiudizi e abbandoniamoci alle coccole!
Lois Krahn, specialista in medicina del sonno, ha condotto lo studio su 150 partecipanti che hanno compilato un questionario in cui gli si chiedeva di spiegare le loro abitudini personali durante il sonno. Inizialmente hanno risposto in maniera generica sui loro preparativi per la notte, e sui vari riti quotidiani prima di andare a letto, poi soltanto in seguito hanno specificato alcune cose circa il loro comportamento con i propri animali domestici. Il 20% ha ammesso di preferire il cane o il gatto lontani dalla camera da letto, mentre più del 41% ha dichiarato di voler dormire con loro, soprattutto i single. Il dottor Krahn ha sottolineato che “ci sono state tantissime risposte molto differenti tra loro, alcune davvero singolari ma tutte comunque in grado di contribuire a definire un quadro chiaro sul rapporto con gli animali in relazione al sonno umano.”

Il risultato della ricerca

La compagnia di un animale domestico aiuterebbe a dormire meglio e più serenamente. Queste le conclusioni. Ospitando in camera da letto gli animali da compagnia ci si sente protetti e non più soli, nonché notevolmente rilassati. I risultati dello studio hanno sottolineato che il sonno, infatti, dipende da uno stato di rilassamento fisico e mentale; per questo cani e gatti possono agire positivamente, contribuendo a rilassarci.

I principi della pet therapy valgono sempre

Non dimentichiamoci che la pet therapy, sostiene che persone con particolari disturbi psichici e fisici, possano trarre benefici dal contatto con un animale. La pet therapy potrebbe contribuire, assieme a terapie mediche tradizionali, a migliorare lo stato di salute di chi si trova in particolari condizioni di disagio, derivanti da disfunzioni fisiche, sociali, emotive e/o cognitive. Più volte è stato provato che il contatto con gli animali aiuta le persone a sostituire affetti mancanti o carenti. Le coccole e il divertimento col proprio animale sono un aiuto contro lo stress e situazioni di tensione. Oltre che per i bambini e agli anziani semplicemente “soli”, la pet therapy è indicata per persone con disabilità, ritardi mentali e anche per pazienti psichiatrici. Non solo, anche gli ipertesi e cardiopatici dovrebbero passare più tempo con cani e gatti: accarezzare un animale pare allevii la pressione arteriosa e contribuisca a regolare la frequenza cardiaca.

Fonte: http://www.mayoclinicproceedings.org/article/S0025-6196(15)00674-6/fulltext
http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_5.jsp?area=cani&menu=pet

CC BY-SA 2.0

Articoli simili

z