Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Salute Attività fisica Artrosi alle ginocchia: 
lo sport non è un pericolo
banner_MUESTRA

Artrosi alle ginocchia: 
lo sport non è un pericolo

Attività fisica

0 1088
Lo sport fa bene a tutte le età. In caso di artrosi bisogna però saper scegliere quello giusto, facendoci consigliare da un o specialista.

Fino a pochi anni fa, era credenza diffusa che dopo gli “anta” lo sport potesse essere pericoloso per la salute.
L’avanzare della ricerca scientifica ha dimostrato il contrario, evidenziando i benefici che derivano da una moderata attività sportiva. Anche a cinquant’anni, con un passato di vita sedentaria, si possono scegliere attività che consentono di migliorare l’elasticità articolare, il senso dell’equilibrio e la prestazione muscolare, riducendo i fastidi legati all’artrosi , problema che colpisce ogni anno un numero sempre crescente di persone in terza età.
Discipline come nuoto, pilates, e yoga possono aiutarci molto sul piano della prevenzione, peraltro a tutt’oggi il più importante per evitare in tarda età dolori e danni seri a carico proprio delle ginocchia.

In ogni caso, quando si avverte sofferenza proprio a carico delle ginocchia è bene chiedere il parere del medico, che saprà consigliarci indagini specifiche che consentano di elaborare una diagnosi.
Ci sono però semplici esercizi da effettuare anche quotidianamente che possono rinforzare i fasci muscolari e della zona e alleviare quindi le sofferenze articolari.

3 esercizi per rinforzare le ginocchia deboli

Vediamo ora 3 esercizi molto semplici che, previa confronto con lo specialista, si possono eseguire quando si avvertono i primi sintomi di indebolimento:

  1. Contrazione isometrica dei muscoli (senza accorciamento del muscolo): 
sedetevi con la schiena contro il muro.
Ponete sotto il ginocchio un asciugamano arrotolato in maniera che il ginocchio risulti sollevato. A questo punto tendete i muscoli della gamba senza muovere il ginocchio. Mantenete la contrazione per almeno 30 secondi prima di rilassare i muscoli. Ripetete l’esercizio per 25 volte;
  2. Allenamento per i quadricipiti: ponetevi nella stessa posizione dell’esercizio precedente, effettuando una sola contrazione contando fino a 5 secondi. Poi sollevate di qualche centimetro la gamba e restate nella posizione raggiunta per 5 secondi, prima di tornare nella posizione di partenza per rilassare i muscoli.
Effettuate 3 serie di 10 sollevamenti;
  3. Allenamento per i tendini : sdraiatevi a pancia in giù con il mento appoggiato a terra.
 Con il ginocchio piegato e un piccolo peso fermato alla caviglia, sollevate a poco a poco il polpaccio, fino ad arrivare a 20 centimetri, prima di ritornare nella posizione di partenza.
Effettuate 3 serie di 10 sollevamenti.

Accedi all'area riservata dedicatoame.it

Articoli simili

Lascia una risposta