Dedicato a me di TENA
Home Menopausa Cure alternative durante il climaterio: funzionano?

Campo di Soia

Il climaterio è un periodo di transizione in cui ci si trova a sperimentare fastidi come vampate di calore, sbalzi d’umore. Spesso si verificano anche ansia, disturbi del sonno, fastidiosa irritabilità.
La riduzione degli ormoni o gli squilibri ormonali influiscono infatti notevolmente sui meccanismi che regolano l’umore, la nostra attenzione e alcuni nostri comportamenti.
Molte di noi si affidano a dei trattamenti naturali per ristabilire l’equilibrio e ritrovare almeno parzialmente il benessere .

Un aiuto dalla fitoterapia.

Questa prevede l’utilizzo di piante officinali che forniscono fitoestrogeni e fitoprogestinici. Questi sono degli ormoni vegetali che emulano gli estrogeni. Un trattamento naturale può essere variato e integrato con oligoelementi e vitamine.
Molti medici oggi ne ammettono e riconoscono l’efficacia, sottolineandone la maggior tollerabilità e assimilabilità.

Ma facciamo qualche esempio.

Soia, Cimicifuga, trifoglio, dioscorea sono tutte piante ricche di fitoestrogeni e fitoprogestinici. La soia, ad esempio, è un ottimo alimento che influenza positivamente la secrezione e il metabolismo degli ormoni sessuali. Questa è in grado di rallentare i fenomeni legati all’invecchiamento della pelle perché stimola la produzione del collagene e dell’acido ialuronico.
La cimicifuga, invece, è una pianta che è in grado di calmare i disturbi neurovegetativi che sono connessi alla menopausa, come le vampate di calore.
Un’altra pianta benefica è la Maca delle Ande: ha delle proprietà che stimolano la produzione di estrogeni e il ristabilirsi dell’equilibrio ormonale. Le radici della pianta, in particolare, contengono principi attivi ricostituenti che rafforzano il sistema endocrino, dilatano i vasi sanguigni e aiutano in caso di secchezza vaginale, con un conseguente miglioramento dell’attività sessuale.
Il pino mugo, invece, ha proprietà che ristrutturano i tessuti duri del nostro corpo e quindi ritarda la decalcificazione e l’osteoporosi.

Dagli oli essenziali…

Anche gli oli essenziali hanno degli effetti benefici durante il periodo del climaterio. Possiamo provare a riequilibrare il sistema nervoso, ad esempio, con l’olio essenziale di Neroli che è particolarmente indicato per chi ha disturbi legati all’ansia. L’olio ha un effetto calmante, allevia i pensieri inquieti e rilassa.

…all’oligoterapia.

Questa particolare cura sfrutta le proprietà di minerali come lo zinco e il rame a favore del sistema endocrino. Essi agiscono a livello dell’umore perché stabilizzano le emozioni, placano emozioni contrastanti e spesso ingestibili. In sostanza, vanno a integrare quelle sostanze che, a volte, non riusciamo ad assumere nella nostra dieta quotidiana.

Naturale, alternativa e spesso efficace.

La terapia alternativa naturale rispetta il più possibile l’organismo di ciascuno. Ognuno di noi, infatti, ha equilibri diversi e quindi ha bisogno anche di cure adatte ai propri bisogni. La terapia naturale va ad agire sulla sintomatologia e accompagna le donne sostenendole dolcemente durante il climaterio.

Articoli simili

z