Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

TENA Dedicato a me di TENA
Home Salute Io e il mio medico
Richiedi il tuo campione gratuito

Io e il mio medico

Salute

0 281
Cosa aspettarsi dal medico di base: i certificati, gli obblighi e le facoltà

Il medico di base è una figura di riferimento per i cittadini, poiché si occupa di preservare e curare la salute dei suoi pazienti, di contribuire ad educarli a buone abitudini che ne preservino il benessere psico-fisico. Il medico di base, comunemente definito anche medico di famiglia o medico curante, è solitamente a disposizione dei propri pazienti in studio, aperto per 5 giorni la settimana, di mattina o di pomeriggio.

Scegliere il medico di famiglia

Per trovare il medico di fiducia, il cittadino può scegliere il nominativo da una lista di medici di zona disponibili, presso la ASL di pertinenza. La scelta ha validità annuale e si rinnova automaticamente se non si richiedono variazioni, ad esempio per cambio residenza o domicilio.

Ogni paziente ha diritto a consultare l’elenco dei medici e di leggerne il curriculum con eventuali specializzazioni, di conoscere il massimale di pazienti che segue, gli orari di apertura del suo ambulatorio e se divide l’ufficio con altri professionisti.

“Nessun paziente può essere rifiutato”, scrive il dottor Vincenzo Scotti, medico di famiglia dal 2003, “ma il medico può ricusare un assistito, nel momento in cui sorgano problemi che mettono in discussione il rapporto fiduciario. In questo caso, il medico presenta una richiesta alla Asl e il paziente viene avvisato. Durante il mese successivo, il dottore resta comunque responsabile dell’assistenza, in modo che l’assistito ricusato abbia il tempo per scegliere un altro medico”.

Certificazioni

Il medico di base ha l’obbligo di ricevere i suoi pazienti, di effettuare la visita medica ambulatoriale e domiciliare, di prescrivere farmaci, richieste di visite specialistiche e diagnostiche e di rilasciare gratuitamente, come prevedono gli accordi nazionali, i certificati di malattia, di riammissione a scuola dopo una malattia, di certificazione di idoneità allo svolgimento di attività sportiva non agonistica in ambito scolastico.

Alcuni certificati medici, come le certificazioni di idoneità allo svolgimento di attività sportive agonistiche, sono a pagamento, e il tariffario deve essere esposto nell’ambulatorio medico.

Obblighi e non

Se le condizioni di salute impediscono al paziente di recarsi nello studio del medico di fiducia, il dottore ha l’obbligo di effettuare la visita domiciliare. Questa dovrà avvenire nel corso della stessa giornata se la richiesta è presentata entro le ore 10, entro le 12 del giorno successivo se la richiesta perviene dopo le ore 10.

Il medico è reperibile solo durante gli orari di ambulatorio. Nei casi di urgenza fuori da questi orari, il paziente può rivolgersi Pronto Soccorso o alla Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), contattando i numeri dedicati.

Ogni medico si assume personalmente le responsabilità delle sue prescrizioni e, di conseguenza, può e deve rifiutarsi di indicare farmaci o visite specialistiche che reputi in contrasto con il suo obbligo di tutelare la salute dei propri pazienti.

Articoli simili

Lascia una risposta