Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Salute Alimentazione La carenza di zinco non fa bene alla… bellezza!
Richiedi il tuo campione gratuito

La carenza di zinco non fa bene alla… bellezza!

Alimentazione

0 688
Unghie, denti, pelle e capelli rischiano di indebolirsi e sfibrarsi se il nostro organismo registra una carenza di zinco.

Unghie, denti, pelle e capelli rischiano di indebolirsi e sfibrarsi se il nostro organismo registra una carenza di zinco. Il nostro corpo raccoglie infatti diversi minerali che vengono assorbiti attraverso il cibo o l’acqua e che sono di fondamentale importanza per la salute dei nostri organi e utili per la prevenzione di molte malattie.

Se manca lo zinco

Una carenza di zinco nell’organismo può essere un elemento che contribuisce alla perdita di capelli: una ricerca del 2013 della rivista Annals of Dermatology ha mostrato come i pazienti che avevano registrato una perdita di capelli cospicua avessero anche un basso livello di zinco nell’organismo.

La carenza di zinco sembrerebbe anche essere una delle cause di inestetismi della pelle (come l’acne) e non a caso i trattamenti per questo disturbo prevedono anche prodotti che contengono nella loro composizione una percentuale di zinco o l’assunzione di integratori specifici.

Anche la presenza di macchie bianche sulle unghie potrebbe essere un segnale di carenza, oltre che di calcio e ferro, anche di zinco, dovuta a un’alimentazione non equilibrata, che può portare a indebolire così profondamente le unghie fino a renderle fragili e inclini a spezzarsi.

Anche il benessere dei denti è legato alla presenza di zinco nell’organismo: per mantenere una dentatura forte e sana e per prevenire la presenza di afte (le piccole ma fastidiose ulcere della bocca) è bene che i livelli di zinco del corpo siano costanti.

La Vitamina della bellezza

Proprio per le sue proprietà benefiche, lo zinco è stato ribattezzato (dagli studiosi) “la vitamina di bellezza” (pur non essendo una vitamina) e viene subito dopo il ferro come minerale presente in maggiore quantità nel corpo umano.
Gli alimenti con più alto contenuto di zinco sono le ostriche e i molluschi in generale, i cereali, il germe di grano, il fegato di vitello, il formaggio tipo grana e la ricotta vaccina, carni di origine bovina, ovina e suina, i funghi secchi, il cacao, le noci, i pinoli, le fave secche, il tuorlo d’uovo.
Teniamo, però, presente che solo il 20-30% dello zinco presente negli alimenti viene assorbito dall’organismo.

tena-cta

Articoli simili

Lascia una risposta