Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Pavimento pelvico Pavimento pelvico e salute La fantastica coppia!
Richiedi il tuo campione gratuito

La fantastica coppia!

Pavimento pelvico e salute

0 221
Due veloci esercizi quotidiani per mantenere in forma il pavimento pelvico

Un muscolo che non pensavamo di avere!

Affondi, squat, ponte, sono tanti gli esercizi che conosciamo per allenare i muscoli del nostro corpo, ma sappiamo come rinforzare il pavimento pelvico per tenere sotto controllo le perdite urinarie? anto quanto e forse anche di più degli altri muscoli del nostro corpo, il “pavimento” può e deve essere allenato con costanza e con i giusti esercizi, per il bene del nostro corpo e per il benessere della vita sessuale, a ogni età.

Riassumiamo velocemente: il pavimento pelvico è quel diaframma che contiene le pelvi e racchiude gli organi dell’apparato genitale, l’intestino, la vescica, è il muscolo responsabile di tenere al loro posto tutti questi preziosissimi organi legati alla femminilità: “È una parte del nostro corpo fondamentale, di cui dovremmo imparare a essere più consapevoli. Ci sono molte emozioni racchiuse in quest’area.”, dichiara al quotidiano La Repubblica Veronica Ricciuto, ostetrica specializzata in riabilitazione del pavimento pelvico e docente del corso di Infermieristica Clinica, Ostetricia e Ginecologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

I disturbi legati al cedimento del pavimento pelvico sono principalmente tre: incontinenza, disturbi sessuali (dolore o fastidio durante i rapporti) e prolassi. Per questo è fondamentale ascoltare il proprio corpo, percepirne i segnali, condividere i disagi con la famiglia e le amiche, sdrammatizzare, imparare ad amarsi anche con qualche piccolo disturbo, e poi, passare all’azione!
Proprio come gli altri muscoli, anche il pavimento pelvico si può allenare, con risultati visibili non solo per la continenza, ma anche per migliorare la vasocongestione della vulva, e aumentare così l’intensità e la durata dell’orgasmo.

Esercizi di Kegel

Prendono il nome dal ginecologo statunitense Arnold Kegel, che li ideò nel lontano 1948 per poter ovviare al rilassamento della muscolatura genitale senza dover intervenire chirurgicamente, ma ce ne sono specifici anche per l’uomo.
Si inizia da seduti portando avanti le spalle, o supini con le gambe piegate, facendo 10 contrazioni, ognuna di 10 secondi, per poi rilassare i muscoli, facendo una pausa dopo ogni contrazione di 20 secondi, una e poi  due volte al giorno. Per capire se stiamo facendo bene, proviamo la prima volta mentre facciamo pipì: se riusciamo a trattenere la minzione per pochi secondi e poi a rilasciare i muscoli significa che stiamo proprio allenando i muscoli del pavimento pelvico!

Bird dog

Si tratta di un esercizio a corpo libero che rafforza i muscoli pelvici, insieme agli addominali e ai fianchi, con una triplice azione! Posizioniamoci in ginocchio sul pavimento con le mani appoggiate davanti a noi, sollevando un braccio alla volta in avanti e la gamba opposta indietro e allungando, mantenendo la posizione per 2-5 secondi. Mano a mano che ci alleneremo riusciremo a tenere la posizione fino a 10 secondi!

Se abbiamo ancora dubbi o domande legate al pavimento pelvico non esitiamo a parlarne con le nostre amiche e chiedere al nostro ginecologo! Il 40% delle donne ha dichiarato di avere scoperto l’esistenza del pavimento pelvico da internet o in televisione il 27% dalla propria ginecologa/ostetrica di fiducia, circa il 20% a scuola o in università e il 5% dai corsi in palestra di yoga o pilates.

Articoli simili

Lascia una risposta