Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Sesso ll sesso aiuta anche a proteggere la salute del cervello durante l’invecchiamento
banner_MUESTRA

ll sesso aiuta anche a proteggere la salute del cervello durante l’invecchiamento

Sesso

0 289
Uno studio recente rivela come una buona intesa sessuale favorisca la salute del cervello durante l’età matura, con qualche differenza tra uomo e donna.

Che il sesso sia un toccasana per il corpo e per la mente è cosa risaputa. Ma uno studio recente rivela come i vantaggi di una buona intesa sessuale interessino a fondo la salute del cervello durante l’età matura, con qualche differenza tra uomo e donna.
Si può godere della sessualità a tutte le età, ma è necessario ascoltarsi e vivere con consapevolezza i cambiamenti del nostro corpo, assumendo un atteggiamento propositivo verso lo scorrere del tempo, scoprendo nuovi approcci di intesa con il partner, con una sessualità più delicata ma dai risvolti molto intensi.

L’amore, quanti benefici

Inoltre, il sesso aiuta a proteggere la salute del cervello man mano che l’età avanza: è questo il risultato di (una ricerca) uno studio (“Sex on the brain! Associations between sexual activity and cognitive function in older age – 2016) pubblicato sulla rivista Age and Ageing e condotto da Hayley Wright e Rebecca Jenks dell’Università di Coventry (Regno Unito). Lo studio è stato condotto attraverso il coinvolgimento di circa 6.800 adulti di età compresa tra i 50 e gli 89 anni. Questi soggetti che, attraverso un test di autovalutazione, hanno risposto ad alcune domande circa le loro abitudini sessuali: i risultati hanno rivelato che coloro i quali avevano affermato di avere avuto una vita sessuale più o meno regolare nel corso dell’anno precedente, non erano inclini a depressione e avevano uno stato di salute migliore.
La ricerca ha inoltre lasciato emergere un altro dato importante, che rivela come i benefici di una vita sessuale appagante siano differenti a seconda che si tratti di uomini o donne.
Le due ricercatrici hanno sottoposto i pazienti (sia uomini che donne) ad alcuni test: le donne con una vita sessuale costante mostrano un’attitudine a ricordare le parole, mentre gli uomini sessualmente attivi emergono nei test sulla memoria alfabetica ma anche in quella numerica.
Come si spiega che per gli uomini i vantaggi di una vita sessualmente attiva siano maggiori che per le donne?
“È possibile che i nostri risultati dipendano da ormoni che influenzano in modo diverso il funzionamento del cervello, e quindi le funzioni cognitive, negli uomini rispetto alle donne”, affermano le ricercatrici.

Chiaramente non è possibile determinare con esattezza un rapporto causa effetto tra vita sessuale appagante e salute, ma è certo che vivere una buona intesa (anche sessuale) con il/i partner ci aiuterà ad affrontare con il sorriso e con serenità i cambiamenti fisiologici della terza età.

tena-cta

Articoli simili

Lascia una risposta