Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Menopausa Perché in menopausa può diminuire la memoria.
banner_MUESTRA

Perché in menopausa può diminuire la memoria.

Menopausa

0 46
Con la menopausa arrivano anche i vuoti di memoria, ma alla carenza degli estrogeni si può reagire senza… perdere la testa!

Menopausa e memoria: che relazione c’è?

Vi è già capitato di chiedervi come mai, da quando siete in menopausa, avete l’impressione di dimenticarvi più facilmente di alcuni particolari o vi capita più sovente di aver difficoltà a concentrarvi?
Si tratta di un normale processo fisiologico dovuto all’età, che riguarda direttamente la nostra memoria. Uno studio condotto da alcuni ricercatori della Harvard Medical School di Boston, pubblicato sul Journal of Neuroscience, ci spiega come i cambiamenti ormonali, che si verificano quando la produzione degli estrogeni diminuisce a seguito dell’entrata in menopausa, influiscano negativamente sulle funzionalità del cervello.
Si tratta di un sintomo che riguarda due donne su tre e si registra con un’alterazione di alcuni processi cognitivi: i più conosciuti sono gli sbalzi d’umore e i disturbi del sonno, ma fra questi si annovera anche la memoria.
Le variazioni dei livelli ormonali, infatti, si riflettono sui recettori dell’ippocampo, la regione del nostro cervello che ha la funzionalità di catalogare i ricordi e che ha un ruolo fondamentale nella memoria a lungo termine.
Osservando il cervello attraverso la risonanza magnetica funzionale (fM-RI), i ricercatori hanno scoperto che basse concentrazioni dell’ormone sessuale prodotto dalle ovaie, il 17 beta estradiolo, corrispondevano a risultati peggiori sull’apprendimento verbale, mnemonico e cognitivo.

Menopausa (e difficoltà di concentrazione): come reagire

Si tratta di fenomeni fisiologici, e possiamo in qualche modo reagire alla menopausa e agli inconvenienti che porta con sé, cercando di mitigarli, senza lasciarsi abbattere. Come?
È possibile reagire agli effetti negativi mantenendo allenata la nostra memoria.
Ad esempio, un regolare esercizio fisico aerobico può essere d’aiuto, stimolando nel cervello la produzione di fattori neuro-nutritivi (fattori neutrofici) in grado di proteggere la connettività dei neuroni.
E ancora… Anche un’alimentazione sana e curata, con pochi grassi, aiuta a contrastare i sintomi più aggressivi della menopausa (come le vampate di calore).
Per ultimo, un aiuto importante è vivere una vita sociale attiva, ricca di nuove conoscenze e interessi, come dedicarsi ad un hobby, alla lettura o alle relazioni familiari e di amicizia.

 

tena-cta

Articoli simili

  • Trattare la cistiteTrattare la cistite Affrontiamo una serie di argomenti legati alla cistite nelle sue diverse forme e capiamo insieme le varie cause che la provocano. In […]
  • Endometriosi, cause e sintomiEndometriosi, cause e sintomi Un disturbo ancora semisconosciuto e poco affrontato dai medici
  • Come combattere le vampate di caloreCome combattere le vampate di calore Sei in piena menopausa e le vampate alterano la qualità della tua vita? Ti indichiamo i diversi trattamenti di cui puoi servirti per […]
  • Sono già in menopausa?Sono già in menopausa? Un test in 5 passaggi per riconoscere il momento in cui inizia il percorso della menopausa.

Lascia una risposta