Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Pavimento pelvico Senti una pressione sulla vescica?
banner_MUESTRA

Senti una pressione sulla vescica?

Pavimento pelvico

0 3035
Le sensazioni di fastidio a livello della vescica o di dolore sopra il pube possono rivelarsi utili spie per riconoscere patologie da non sottovalutare.

Come riconoscere la 
“Sindrome della vescica dolorosa”

La sensazione che si avverte è come una pressione a livello della vescica o dolore nella zona sopra il pube e la causa del fastidio si protrae nel tempo (o si ripete ciclicamente).

Quando si avverte un’alta frequenza minzionale, fino a 17 o 20 volte nelle 24 ore (considerate che nella normalità si contano al massimo 8 minzioni nelle 24 ore) accompagnata da dolore, sia durante il riempimento sia durante la minzione, potremmo essere in presenza di una patologia chiamata: “sindrome della vescica dolorosa”.

L’impatto e l’interferenza sulla qualità di vita e della quotidianità di questa patologia è decisamente forte, tanto da aver risvolti negativi sia sugli aspetti relazionali, sia su quelli lavorativi, condizionando anche il sonno, a causa della necessità di svegliarsi più volte.

Quando il dolore pelvico cronico 
diventa “comorbilità”

I dolori pelvici, che interessano la parte bassa dell’addome e il piccolo bacino, non sono mai da sottovalutare, anche quando si presentano in donne giovani o adolescenti. In particolar modo, quando persistono per almeno 6 mesi senza rispondere alle terapie mediche si è di fronte ad un disturbo di tipo cronico.

Si tratta di una condizione con la quale diventa difficile convivere, causa di disagio e autoisolamento per la quale, prima di arrivare alla diagnosi definitiva, molte donne vanno incontro ad una serie inconcludente di visite, consulti medici e – in alcuni casi – anche di interventi chirurgici pelvici ripetuti, senza arrivare ad un esito risolutivo.

Quando il dolore pelvico cronico è dovuto a diverse patologie, che possono anche coesistere, si parla di “comorbilità”.
Fra queste, le più frequenti sono:

  • endometriosi
  • sindrome del colon irritabile
  • vulvodinìa
  • sindrome della vescica dolorosa
  • cistite interstiziale
  • dolore durante i rapporti sessuali, disfunzioni sessuali, o difficoltà ad espletare i rapporti per la sensazione di ingombro vaginale
  • difficoltà di evacuazione
  • disturbi lombo sacrali

3 cause comuni ad entrambe le patologie

La Prof.ssa Alessandra Graziottin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati di Milano, ha pubblicato nel 2009 gli esiti della ricerca condotta all’ospedale di Beaumont (Detroit, USA), aprendo un’importante ipotesi su 3 cause comuni nelle donne soggette a dolore pelvico cronico e patologie irritativa della vescica:

  1. ipertono (spasmo) del muscolo che circonda vagina e uretra
  2. iperattività del mastocita (cellula di difesa) da cui dipendono sia l’aumento della risposta infiammatoria, sia il passaggio del dolore da acuto a cronico
  3. iperattività delle fibre del dolore

La coincidenza di più sintomi spiega come sia importante durante una visita descrivere al proprio medico tutti i segnali ravvisati e ci rivela come il medico specialista non possa più escludere la valutazione dei sintomi urinari nella storia clinica del paziente che riporta dolori pelvici.

 

tena-cta

 

 

Articoli simili

Lascia una risposta