Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

TENA Dedicato a me di TENA
Home Salute Alimentazione Una ciliegia tira l’altra
Richiedi il tuo campione gratuito

Una ciliegia tira l’altra

Alimentazione

0 231
Un frutto che è un vero toccasana

È un frutto buonissimo che contiene vitamina C, vitamina A, carotenoidi e flavonoidi che favoriscono il drenaggio dei liquidi corporei.

Le ciliegie sono dolci, gradevoli alla vista e al palato e forniscono un apporto di sole 50 calorie ogni 100 grammi.

La loro dolcezza, inoltre, non rende necessario aggiungere zucchero o panna, sono perfette così come sono!

Un cuscino… di ciliegie

Le ciliegie non sono solo dei frutti succosi e prelibati, ma con i loro noccioli è possibile imbottire l’interno di un cuscino, che sarà perfetto per contrastare i dolori muscolari nel prossimo autunno.
Il cuscino di noccioli di ciliegia, infatti, è un rimedio antico usato in Svizzera e chiamato anche “bouilotte”, (borsa dell’acqua calda a secco).

L’usanza di conservare i noccioli di ciliegia in sacchetti di stoffa e utilizzarli per le loro proprietà curative, risale a più di mille anni fa. Il loro segreto? La capacità di trattenere caldo e freddo e rilasciarlo lentamente nel corso delle ore. Il cuscino di semi di ciliegia, infatti, può essere riscaldato in forno o nel microonde e poi appoggiato sulla parte del corpo dolorante per avere subito una sensazione di sollievo. Il calore emesso dal cuscino, infatti, penetra nei tessuti e incentiva il rilassamento muscolare. Grazie alla camera d’aria naturale presente all’interno dei noccioli, il cuscino riscaldato rilascia gradualmente il calore secco, donando subito beneficio alle articolazioni.

Come prepararlo

Per costruire il cuscino di ciliegie bisogna lavare con cura i noccioli (in quantità adatta per riempire un piccolo cuscino), farli asciugare naturalmente al sole per un paio di giorni e poi passarli al forno a circa 90° per 20 minuti.

Una volta essiccati, i noccioli vanno inseriti in una federa, spessa abbastanza da attenuare il calore da loro emanato quando sono caldissimi. Possiamo richiudere la parte aperta con ago e filo, oppure con del velcro o una cerniera.

Articoli simili

Lascia una risposta