TENA

Home Il mio benessere Vediamoci chiaro
0 155

Vediamoci chiaro

Come curare l’occhio secco?

Le variazioni ormonali possono ridurre la naturale lacrimazione oculare. Ecco perché le donne in menopausa sono la categoria più numerosa tra i pazienti che soffrono di occhio secco. Altri fattori come l’uso di lenti a contatto, l’inquinamento ambientale, il trucco, la permanenza in ambienti con aria condizionata, l’esposizione prolungata al sole senza protezione o a tablet e computer possono contribuire alla diffusione del disturbo.

Rimedi per l’occhio secco.

Se proviamo senso di secchezza, fastidio, sensazione di bruciore o di un corpo estraneo nell’occhio rivolgiamoci subito all’oculista, che verificherà l’effettiva riduzione della secrezione lacrimale attraverso il “test di Schirmer”. Il primo rimedio suggerito in caso di occhio secco sono le lacrime artificiali, un sostituto lacrimale che dona sollievo poiché contiene anche altre sostanze che permettono di lubrificare l’occhio, in modo che si mantenga tale.

L’idratazione dall’interno.

La cura della secchezza oculare passa anche attraverso una corretta idratazione interna, attraverso l’assunzione di acqua, tisane, centrifugati. Anche l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale: pesce, verdure, frutta secca, legumi, frutta di stagione sono alimenti ricchi di vitamine e antiossidanti che svolgono una funzione di nutrizione e idratazione interna. Si consiglia inoltre di far riposare gli occhi ogni 2 ore in caso di uso prolungato del computer, di ridurre al minimo l’esposizione a inquinanti ambientali, indossare gli occhiali da sole ed eliminare il consumo delle sigarette.

Articoli simili

Lascia una risposta