Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Psicologia Essere “grande” e rimanere in città d’estate: la solitudine oltre i 60
Richiedi il tuo campione gratuito

Essere “grande” e rimanere in città d’estate: la solitudine oltre i 60

Psicologia

0 136
Figli in ferie, amiche al mare con i nipotini, parenti lontani: come trascorrere l'estate in solitaria.

La fine dell’età fertile non è una malattia, né va vissuta come un insieme di privazioni, ma come un momento dell’esistenza che richiede (e merita) dei cambiamenti e delle coccole e che può regalare sorprese inaspettate.

A qualcuna di noi potrà accadere di rimanere in città durante le vacanze estive: i figli sono in ferie, le amiche al mare con i nipotini, i parenti lontani. Può dunque capitare di trascorrere il periodo estivo in solitaria e di vivere la città in modo insolito, quando è semivuota.
Innanzitutto non abbattiamoci, quella che può essere una preoccupazione per alcuni, può essere un’occasione per altri: pensiamo a quanto può essere piacevole riscoprire la città vuota al tramonto, lontano dalla movida o dal sovraffollamento, stupendoci alla vista di angoli nascosti o dimenticati.

Se adottiamo alcuni accorgimenti, evitando ad esempio di uscire durante le ore più calde e mantenendoci idratate, potremo dedicarci a tante piacevoli attività che si svolgono durante l’estate in città: un po’ di shopping approfittando dei saldi, una corsa o una camminata veloce lungo il fiume o in un parco, il cinema all’aperto, visite ai musei, mostre fotografiche. Potremo quindi vivere la città come fossimo “turiste”, approfittando del momento in cui tutti sono al mare o in montagna per riscoprire vecchi capolavori o una nuova collezione.

E se sentiamo la necessità di momenti di socialità, possiamo dedicarci ad attività di volontariato, informarci sulle attività delle università popolari e della terza età, rivolgerci ai gruppi che si occupano delle banche del tempo. Ricordiamoci sempre che all’interno della famiglia e della comunità noi siamo le custodi di saggezza ed esperienza e che abbiamo tanto da insegnare!

Possiamo anche scegliere l’estate come momento per ritornare in palestra (per sport che ci offrono grande giovamento come lo yoga o il pilates) o in piscina approfittando di offerte e prezzi stracciati e regalarci una giornata rigenerante tutta per noi in una spa.

A proposito di coccole, concediamoci piccoli lussi che ci facciano sentire in vacanza: compriamoci dei fiori, facciamoci portare la spesa o la nostra rivista preferita a casa, spegniamo il telefono, guardiamo e riguardiamo il nostro film preferito. Non dimentichiamo di creare noi stesse occasioni di socialità, invitando i vicini o le amiche che non sentiamo da tempo e che sono in città, per un brunch o un aperitivo!

Articoli simili

Lascia una risposta