TENA

Home Pavimento pelvico Incontinenza urinaria maschile: vero/falso
0 462

Incontinenza urinaria maschile: vero/falso

Sfatiamo le false credenze

Sono tante le false credenze a proposito dell’incontinenza maschile: ma, fortunatamente, ci sono anche tante informazioni vere che possono essere di supporto a chi si trova in questa condizione, permettendogli di sperimentare una vita piena e più libera. Scopriamole insieme!

Gli uomini non soffrono di incontinenza
Falso. Sono certamente più reticenti a parlarne rispetto alle donne, per pudore o imbarazzo, ma anche gli uomini -oltre il 10% della popolazione*- soffrono di incontinenza.

L’incontinenza urinaria maschile si può contrastare
Vero. Questo disturbo, se affrontato nel modo giusto, può essere tenuto sotto controllo. Adottare uno stile di vita che contempli lo sport e un’alimentazione sana ed equilibrata, allenare con attività fisica o esercizi specifici il pavimento pelvico, scegliere in alcuni casi e sotto consiglio del medico anche la terapia farmacologica: sono tutti rimedi utili per combattere l’incontinenza urinaria.

L’indebolimento del pavimento pelvico maschile è dovuto a diversi fattori
Vero. Gli interventi chirurgici nella zona pelvica, la vita sedentaria, l’alimentazione scorretta e l’eccesso di peso, oltre a quelle attività che comportano sforzi fisici notevoli, sono tra i fattori che contribuiscono all’incontinenza maschile. 

L’allenamento del pavimento pelvico è utile solo per le donne
Falso.
Si parla più frequentemente di tonicità del pavimento pelvico femminile, ma anche per l’uomo l’allenamento della pelvi è fondamentale per il maggior controllo della vescica. Inoltre, un pavimento pelvico allenato, nell’uomo, permette di ottenere una maggior consapevolezza e quindi un maggior controllo, sia per ciò che riguarda l’apparato genitale che per la sfera sessuale in generale.

Esistono esercizi specifici per l’allenamento del pavimento pelvico
Vero. Si tratta di esercizi veloci e facili da eseguire, la cui pratica sarà d’aiuto per rafforzare i muscoli pelvici. Si può cominciare con gli esercizi di Kegel: distendiamoci sul letto, rilassando i muscoli dell’addome, glutei e gambe. A questo punto dovremo contrarre e rilassare per 10 volte la muscolatura perineale; se eseguiremo correttamente l’esercizio, sentiremo l’ano stringersi e il pene muoversi leggermente. Piccoli esercizi per grandi risultati!

 

*dati Fincopp, La Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico

Articoli simili

Lascia una risposta