Registrati ora oppure inserisci
la tua email e password per
accedere alla tua area riservata

Dedicato a me di TENA
TENA
Home Psicologia Non mi sento desiderata
banner_MUESTRA

Non mi sento desiderata

Psicologia

0 44903
Quella spiacevole sensazione di non essere più attraente. Ma gli uomini cosa provano davvero?

Essere una donna over 50 oggi

I tempi cambiano e anche il modo di invecchiare cambia. Prendiamo ad esempio la splendida Monica Bellucci che parla così dei suoi anni: “Con il tempo si va verso una trasformazione che è anche rilassante. Quali privilegi posso perdere? Non farò più il ruolo della moglie o dell’amante, ma della madre e della nonna. E allora? Se accetti il tempo che passa, va tutto bene. Il dramma è quando ti ostini a volere i vent’anni, restando legati a qualcosa che non esiste più”.

Isabella Ferrari fa eco alle sue parole dichiarando che “col tempo affiora una bellezza che non ti fa più male, non è più fine a se stessa. È la tua bellezza interiore che svela quella esteriore”.
Le dive del cinema e della televisione ci possono dare uno spunto, dei consigli su come vivere il passare dei nostri anni. Donne sposate più volte, lasciate, ferite, abbandonate: essere belle non è garanzia di felicità.
Oggi noi cinquantenni riscopriamo una bellezza personale, nuova, fresca, sappiamo giocare con la nostra sessualità senza imitare le più giovani. Non sempre siamo così serene da comprendere l’equilibrio del nostro corpo e saperlo valorizzare per poter piacere agli altri. Del resto, se non ci accettiamo per prima noi, sarà difficile che gli uomini ci apprezzino.
Ma è vero che gli uomini non ci guardano più? È vero che piacciono solo le ventenni perfette?

Gli uomini over 50 oggi

A differenza di noi donne, che sappiamo risvegliare l’intimità affiancandola a dolcezza e tenerezza, gli uomini di oggi, dopo gli anta, rischiano di essere un po’ un disastro. L’assessorato della Sanità ha condiviso delle informazioni sulle ricerche condotte. I flop degli uomini a letto sono confermati anche dagli studi e dall’esperienza della Dott.ssa Graziottin: troppa chimica e scarsa sessualità affettiva, è questo lo slogan della ginecologa. Si parla di quasi un milione e 300 mila pastiglie vendute in un anno in Lombardia. L’uomo non vive bene il passare degli anni sotto le lenzuola e ricorre alla pillola blu per mascherare alcuni disagi: molti soffrono di ansia da prestazione, oppure hanno stili di vita sregolati e scorretti che non aiutano la “salute sessuale”. A volte ci possono essere anche disturbi legati all’ipertensione, alle malattie cardiache o al diabete.

Essere felici insieme dopo gli “anta”

Invecchiare serenamente si può, così come sentirsi desiderati e amati dopo gli anta.
Una buona salute per entrambi, complicità fisica ed emotiva, educazione, affinità ideali, passioni condivise, di pari passo alla capacità di ridere insieme, di portare avanti progetti e sogni da realizzare insieme fanno bene alla coppia.
Inoltre, non trascuriamoci mai: invecchiare è inevitabile e possiamo trarne tante illuminazioni, fare tesoro della saggezza che cresce in noi. Così da poter essere in grado di trasformare il nostro corpo in uno specchio del nostro sentire. C’è bellezza più duratura e affascinante di questa?

Fonte: www.alessandragraziottin.it

Articoli simili

Lascia una risposta