TENA

Dedicato a me > Menopausa > Vitamina D: è il momento degli integratori!

Guarda un video arrow_forward Scopri qui i vantaggi e scopri come funziona!
Home Menopausa Vitamina D: è il momento degli integratori!
0 733

Vitamina D: è il momento degli integratori!

La vitamina del sole



Conosciuta comunemente come “vitamina del sole”, la vitamina D svolge una funzione peculiare per il nostro organismo: quella di stimolare l’assorbimento del calcio presente negli alimenti e mantenerne concentrazioni adeguate, così come di fosforo, nel nostro tessuto osseo, in modo da favorirne la tenuta soprattutto con l’avanzare dell’età.

La vitamina D si trova in diversi alimenti della nostra dieta come il pesce azzurro, l’olio di fegato di merluzzo e il tuorlo d’uovo. Attraverso l’esposizione al sole il nostro organismo riesce a sintetizzare la vitamina D e, per questa ragione, è fondamentale che viso, braccia, gambe e spalle ricevano la luce e il calore solare per circa 15-30 minuti almeno 2 volte a settimana

Una vitamina per la salute delle ossa


Assumere la giusta quantità di vitamina D è, dunque, fondamentale per mantenere le ossa “in salute”. Questo nutriente essenziale, infatti, anche se primariamente contribuisce al benessere delle ossa e dei muscoli, garantisce al contempo un buon funzionamento del nostro sistema immunitario. Per questa ragione, nei periodi particolari e delicati della vita di una donna, come la gravidanza o la menopausa, il corpo femminile può aver bisogno di un maggiore apporto di questa vitamina, in particolare nei momenti dell’anno in cui, tra gli impegni di lavoro, le giornate più corte e il clima più freddo, non è sempre possibile esporci al sole

Sì agli integratori, ma sotto consiglio del medico

La vitamina D può essere assunta attraverso integratori specifici e sotto consiglio del nostro medico, spesso in abbinamento a calcio e fosforo, che agiscono in sinergia a favore della salute complessiva dell’apparato osseo

Una quantità supplementare di vitamina D è da consigliare solo qualora ve ne sia, effettivamente, una carenza comprovata e dietro diagnosi medica. È, infine, importante non dimenticarci di accompagnarla con un’alimentazione sana, con l’esposizione al sole, per quanto possibile, e con una regolare attività fisica aerobica giornaliera, come ad esempio una camminata veloce. 

Articoli simili