TENA

» Bellezza » La bellezza delle donne ed il concetto di anti-bellezza: ecco le nuove tendenze

Guarda un video arrow_forward Scopri qui i vantaggi e scopri come funziona!
Home Bellezza La bellezza delle donne ed il concetto di anti-bellezza: ecco le nuove...
0 71

La bellezza delle donne ed il concetto di anti-bellezza: ecco le nuove tendenze

Quali sono i nuovi canoni?

Tra le nuove tendenze femminili emergono il no al ritocco fotografico dei segni dell’acne, ma anche l’abbandono della depilazione sotto le ascelle…e se per le donne fosse tempo di bellezza vera?

Rivediamo i canoni di bellezza femminile

Quando venne chiesto a un celebre fotografo di ritrarre le 10 donne più belle del mondo, egli scelse Anna Magnani, attrice straordinaria e regina del cinema italiano neorealista. Non una bellezza nel senso stereotipato del termine: la Magnani era cupa, con le occhiaie, un colorito terreo, capelli neri e spessi. Accettò di posare per le foto a patto che nulla venisse ritoccato. Alla truccatrice del servizio fotografico aveva chiesto di non coprire nulla: “queste rughe”, aveva esclamato la Magnani con fierezza, “me le sono guadagnate una a una, ci ho messo una vita a farmele venire.” Non una figura convenzionale: dovunque entrasse in scena, a teatro come al cinema, non si guardava altri che lei, era una donna magnetica, affascinante, anche se non rispondeva ai più comuni canoni di bellezza.

È il tempo dell’anti-bellezza?

Da qualche anno sembra che la considerazione della bellezza femminile sia cambiata: sempre più spesso sono le donne a dire no al fotoritocco, alla depilazione sotto le ascelle, al mascherare rughe, cicatrici, segni dell’acne, perché ci rendono uniche, raccontano la nostra storia, sono segni distintivi di un nuovo concetto di bellezza, quella “vera”. Non è un caso, ad esempio, che lo scorso gennaio sia nato il movimento social #Januhairy, nato dall’unione tra “January”, gennaio, e “hairy”, peloso. Migliaia di donne del mondo hanno aderito, postando foto con gambe e ascelle non depilate e devolvendo i soldi risparmiati da cerette, creme depilatorie e rasoi in beneficenza all’associazione TreeSisters, attiva per il rimboschimento e la tutela della natura. Questo esempio ci ricorda quanto la bellezza sia un fatto personale: le donne dovrebbero essere libere di esprimerla in modo libero, con o senza trucco, depilate o meno. La vera bellezza si racconta senza vergogna e, forse, quella che ci emoziona di più non è quella che più si avvicina alla perfezione. Per dirla con le parole del cantante e poeta Leonard Cohen: “C’è una crepa in ogni cosa, ed è da lì che entra la luce.”

Articoli simili