TENA

Home Menopausa Menopausa e respirazione diaframmatica
0 285

Menopausa e respirazione diaframmatica

Affronta con il sorriso un periodo delicato

Respirare è il gesto più naturale del mondo. Ogni giorno, infatti, compiamo circa 10-12 mila atti respiratori. Sapete che alcune tecniche di rilassamento e di meditazione possono rivelarsi strumenti davvero utili per affrontare con il sorriso un periodo delicato come il climaterio? In particolare, la respirazione diaframmatica può essere un prezioso ausilio per contrastare le vampate tipiche della menopausa, per rafforzare la muscolatura pelvica e per placare eventuali ansie e timori

La respirazione diaframmatica

Si distingue da quella toracica perché coinvolge questo muscolo addominale (il diaframma) permettendo ai polmoni di espandersi completamente, con un gesto più pieno e profondo. Allenarsi alla respirazione diaframmatica è semplice, possiamo sperimentarla distendendoci a terra o sul letto. Respirando, gonfiamo visibilmente la pancia o, aiutandoci con un oggetto sul ventre, come un asciugamano, col respiro cerchiamo di sollevarlo, andando a esercitare una sorta di massaggio benefico sullo stomaco, sull’intestino e sul pavimento pelvico. 

Effetti benefici sulle caldane.

Sembra, inoltre, che la respirazione diaframmatica abbia un effetto benefico sulle vampate, fenomeno molto comune in menopausa. Tale respirazione, se eseguita per 15 minuti una volta al giorno, sembra essere utile sia in maniera preventiva, ma anche nel momento stesso in cui si verifica la vampata, poiché incide su controllo, rilassamento e termoregolazione. 

Articoli simili