TENA

  • Converti i tuoi punti in buoni sconto e regali esclusivi per te! Iscriviti
  • Converti i tuoi punti in buoni sconto e regali esclusivi per te! Iscriviti
Home #RipartiamoInsieme con TENA Noti gli effetti dell’isolamento? Alcuni consigli per superarli
0 223

Noti gli effetti dell’isolamento? Alcuni consigli per superarli

Thinking beautiful lady looking out the window while sitting and relaxing
Durante questi mesi abbiamo vissuto una situazione senza precedenti. L’incertezza causata dalla pandemia e il cambiamento delle nostre abitudini e routine dettato dall’isolamento hanno avuto su tutte noi un impatto psicologico ed emotivo. Eccoti alcuni consigli per superarlo.

Tutte abbiamo sentito un po’ d’ansia, tristezza o noia durante le lunghe giornate in casa e tutte, chi più chi meno, abbiamo subito gli effetti del cambiamento di routine, della sedentarietà, del non poterci dedicare alle nostre attività preferite nel tempo libero, della mancanza di rapporto diretto con i nostri cari, dell’incertezza dinnanzi alla situazione di ogni giorno o dell’eccesso di informazioni.

Ora è il momento di recuperare gradualmente le nostre vite, ma con regole diverse. L’allontanamento sociale e l’obbligo dell’uso di mascherine sono lì a ricordarci cosa è successo e che non dobbiamo abbassare la guardia.

Osserva le tue abitudini

Di seguito ti suggeriamo come affrontare determinati aspetti psicologici per evitare complicazioni e ritornare alla vita di sempre:

  • Sii prudente ma occhio a non essere eccessivamente cauta! Sappiamo tutti che dobbiamo utilizzare la mascherina, mantenere la distanza o lavarci le mani se abbiamo toccato oggetti di uso condiviso.

Tuttavia, dobbiamo applicare tali norme nel modo più razionale possibile: se ti sei appena disinfettata le mani e non hai toccato nessun oggetto di uso pubblico, non è necessario ripetere l’operazione o lavarle di nuovo. Quando arrivi a casa, osserva le tue abitudini di igiene. Per esempio, lavi eccessivamente gli alimenti e gli oggetti acquistati?

È importante stare all’erta dinnanzi a comportamenti del genere se ci rendiamo conto che iniziano a limitare la nostra quotidianità, poiché potrebbero sfociare in disturbi o altri problemi psicologici come la tendenza a verificare cose di continuo, eccessiva necessità di controllo o pensieri di genere ossessivo.

Riprendi le tue abitudini poco a poco

  • Ritorna alla tua vita di sempre in maniera progressiva: uscire, parlare con la gente, andare a trovare qualche parente… Di certo avrai sentito parlare della cosiddetta “sindrome della capanna”. È una conseguenza comune dopo periodi di isolamento ed è più frequente tra le persone che l’hanno vissuto da soli. Chi ne soffre si sente più sicuro in casa e prova ansia all’idea di tornare alle vecchie abitudini.

Se ti identifichi con qualcuno di questi sintomi, non temere: non sono gravi, ma potrebbero intaccare la qualità della tua vita e avere un effetto negativo sulla tua salute.

Se stai vivendo una delle situazioni sopracitate, ti consigliamo di iniziare a fare delle passeggiate brevi in luoghi nei quali ti senti più sicura e in cui senti di avere un maggior controllo (per esempio, quelli meno affollati) e concentrarti sulle sensazioni gradevoli dell’uscita (il sole, la luce, l’aria sulla tua pelle) affinché, gradualmente, ti senta sempre più sicura e motivata per uscire e tornare a una nuova normalità.

Controlla i tuoi pensieri

  • È essenziale anche osservare i nostri pensieri e contenerli se si dirigono continuamente verso idee catastrofiche o negative. Un eccesso di pensieri di questo tipo può influire sul nostro stato d’animo e provocare ansia. Chiediti se stai interpretando la tua realtà in funzione del COVID (sintomi fisici o di salute) e se noti di essere più apatica o irrequieta. Prima prendiamo coscienza dell’effetto che ha su di noi, prima potremo trovare una soluzione e prevenire disturbi provocati da tali sintomi.
  • Coltiva in te stessa una mentalità di crescita: pensa a quello che hai imparato da questa esperienza, agli aspetti positivi e alla forza che ha saputo tirar fuori.

Se uno qualsiasi di questi sintomi sta limitando la tua vita o ti impedisce di prendere decisioni, rivolgiti a uno specialista. Il tuo medico di famiglia o il tuo psicologo sono lì per aiutarti.

Riprendi la tua vita, osserva i tuoi pensieri, razionalizza la paura e non esitare a parlarne.

Articoli simili